dove do libero sfogo alla mia creatività

la bagettina

la bagettina

dove do libero sfogo alla mia creatività

Gli Ultimi articoli pubblicati

25 SORPRENDENTI STRATEGIE PER STIMOLARE LA CREATIVITÀ

25 SORPRENDENTI STRATEGIE PER STIMOLARE LA CREATIVITÀ

Mi piace definirmi come un creativo multi potenziale; non mi piace focalizzarmi su un’unica cosa. Mi piace scoprire come vengono creati gli oggetti. Leggere le biografie dei personaggi che hanno lasciato un’impronta nella storia. Guardare serie tv storiche per immaginare come sarei potuto essere io…

UN’AMERICANA A PARIGI … LE SERIE CHE MI ISPIRANO

UN’AMERICANA A PARIGI … LE SERIE CHE MI ISPIRANO

La lista delle serie tv che guardo e dalle quali traggo ispirazioni è decisamente lunga. Anche perché non ho un solo genere di riferimento: fantasy, drama, gialli, commedie … spazio ovunque perché ovunque posso trovare quel qualcosa che mi stimola. E da quando Netflix ed…

METTILO SUL PIATTO! GUIDO TOMMASI EDITORE

METTILO SUL PIATTO! GUIDO TOMMASI EDITORE

Guido Tommasi Editore da diversi anni pubblica con successo libri di ottima qualità sia per la grafica che per i contenuti ricercati sempre al passo con mode e tendenze. I suoi libri spaziano dal cibo, al tempo libero, ai viaggi e alla creatività. I ricettari…

TRAGEDIA IN TRE ATTI: UN TRASLOCO PUÒ ESSERE LA GIUSTA OCCASIONE PER RICOMINCIARE AD ESSERE CREATIVO

TRAGEDIA IN TRE ATTI: UN TRASLOCO PUÒ ESSERE LA GIUSTA OCCASIONE PER RICOMINCIARE AD ESSERE CREATIVO

Questo è il trasloco numero 5. Mi sposto di soli 700 mt ma lo stress è lo stesso di quello di 5 anni fa quando parte della roba che avevo in Italia l’ho spostata in Spagna. Sono certo, anzi ben sicuro, che quando racconto quello…


C'È SEMPRE UN INIZIO

TRAGEDIA IN TRE ATTI: UN TRASLOCO PUÒ ESSERE LA GIUSTA OCCASIONE PER RICOMINCIARE AD ESSERE CREATIVO

TRAGEDIA IN TRE ATTI: UN TRASLOCO PUÒ ESSERE LA GIUSTA OCCASIONE PER RICOMINCIARE AD ESSERE CREATIVO

Questo è il trasloco numero 5. Mi sposto di soli 700 mt ma lo stress è lo stesso di quello di 5 anni fa quando parte della roba che avevo in Italia l’ho spostata in Spagna.

Sono certo, anzi ben sicuro, che quando racconto quello che faccio, disfo, monto e smonto per star dietro ai miei umori, la gente si limiti a sorridere cordialmente, fare qualche passo indietro e cercare con gli occhi la prima via di fuga. Non deve essere piacevole cercare di capire i fili logici e illogici dei miei pensieri. Sì, sorridono e si allontanano ora che ci penso bene!

Sono partito da Barcellona il 29 luglio con in mano il biglietto di rientro per il 29 agosto. Sarebbero dovuti essere 30 giorni di ferie in cui avrei sistemato la mia casetta torinese. Avrei fatto visita agli amici (pochi) e ai parenti (ancora meno di pochi). E altre tre o quattro cosette non lecite da raccontare … Nulla all’epoca dava ad intendere che invece di rientrare nella soleggiata e agliosa Barcellona mi sarei fermato a Torino e cambiato casa. 

È bastato poco per sconvolgere tutti i miei piani e ritrovarmi in Italia ad organizzare un trasloco, progettare una cucina e imballare libri.

 

(altro…)