Al mio brand serve un manifesto?

un manifesto inteso come “insieme di valori, cose in cui credi, messaggi e considerazioni che mi aiutano a capire la filosofia che sta dietro alla tua attività”


Gioia Gottini

Esordisce così Gioia Gottini coltivatrice di successi nel suo post dedicato al Personal Branding da cui è iniziato questo mio lavoro di ricerca per “definire” i miei valori e concretizzarli in un manifesto per meglio farmi conoscere da chi mi segue sui social e legge sul blog!

E dopo aver letto questo articolo ed altri, navigato in rete alla ricerca del significato di “Manifesto”- sapete che ho una fissa per consocere la storia dietro ad ogni parola – mi sono cimentato anche io in questo lavoro molto personale creando il mio personale manifesto!

Ma da dove si parte? Cosa devo scrivere? Sarà interessante?


scrivere il manifesto per la tua attività è una buona idea, è anche un esercizio di consapevolezza e di comunicazione. Il manifesto di un brand è fatto di parole, è un insieme di frasi e messaggi che raccontano i tuoi valori, le cose in cui credi, le motivazioni che muovono il tuo lavoro. Puoi anche non chiamarlo “manifesto”, se vuoi, ma la sua funzione è proprio quella: manifestare, rendere pubblico, dire con chiarezza. Scrivere il tuo manifesto è un modo per comunicare fin dall’inizio l’essenza del tuo brand, il cuore della tua attività, il tuo sistema di valori.


Giulia Modena

Credo che in questa definizione dell’esperta di marketing e comunicazione Giulia Modena, il concetto chiave di cosa sia un “manifesto” sia facile da capire, ma non è altrettanto facile fermarsi, prendere carta e penna, liberare la mentre, non sentirsi uno sciocco e scrivere il proprio manifesto!

Ci ho provato e il risultato mi ha soddisfatto – grazie anche a Canva per la possibilità di mettere in una bella grafica i miei pensieri. Per farlo e per riuscire a capire bene come sfruttare questo strumento di comunicazione, mi sono lasciato ispirare come sempre osservando il Manifesto di chi l’ha fatto prima di me, confrontando così il loro “manifesto” con il loro lavoro.

Uno in particolare mi ha colpito e a modo mio l’ho anche sottoscritto. Parlo del The New Nordic Food Manifesto, il manifesto elaborato nel 2004 nel famoso ristorante Noma a Copenaghen formulato in 10 punti inerenti a purezza, stagionalità, etica, salute, sostenibilitò e qualità del cibo!

Il mio, nel suo piccolo, è un Manifesto dove cerco di esprimere in 6 punti quello che cerco, trovo e sostengo con lo “sfonare pies” In futuro, magari confrontandomi con gli altri, lo aggiornerò e certamente sarà utile stamparne una copia da appendere in casa, così da avere sempre davanti a me i motivi che mi spingono a seguire questo percorso nel mondo delle Pies, i valori che per me sono importanti e che ritrovo in una semplice ricetta e il valore aggiunto che io posso ricevere e dare alle persone che frequento!

Buon Manifesto a tutti voi!

My Pie Manifesto

Scarica qui il pdf

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *