03 ► Un mondo in Giallo
Leave a comment

Hercule Poirot

Rifugiato politico di origine belga, dotato di notevole intelligenza e acume psicologico, l’investigatore privato Hercule Poirot è protagonista indiscusso del crimine firmato Agatha Christie, ed io non potevo scegliere maestro migliore per cimentarmi nella mia opera letteraria “Delitti in Salotto

Compare sulle scene nel 1920 nel romanzo “Poirot a Styles Court” e muore con l’opera “Sipario, l’ultima avventura di Poirot” nel 1975. Cinquantacinque anni di onorata e brillante carriera in giro per il mondo a servizio di milionari, ministri e teste coronate raccontati in 33 romanzi e 52 racconti. Tra le due grandi guerre, tra incarichi ufficiali e meno, tra dovere e volere, Hercule Poirot viaggia tra l’Europa e il Medioriente per investigare su crimini, omicidi, furti e rapimenti. Non gioveranno delle sue capacità deduttive le sventurate vittime residenti in America né tantomeno quelle in Australia a causa del mal di mare di cui soffre terribilmente.

Calmo, superbo – soffre se non gli vengono riconosciute le sue capacità superiori – vanitoso, metodico tendente al maniacale per la continua ricerca della simmetria – a colazione mangia due uova alla coque solo se sono grandi uguali. La Christie si beffa di lui tratteggiandolo fisicamente come un ometto dalla testa ovoidale costantemente reclinata di fianco, con baffi militari e un abbigliamento curato con ossessiva meticolosità, oltre alla bassa statura compensata però da un portamento molto distinto.

Attento osservatore del comportamento umano, lettore di racconti polizieschi e pare ne abbia scritto uno anche lui, metodico studioso di nuove nozioni sconosciute per trovare il colpevole – studierà il russo e il gioco degli scacchi – è anche un raffinato gourmet ed esperto bevitore di cioccolata in tazza per far riposare le sue “celluline grigie”.

In ogni caso che lo vede protagonista, a volte impertinente ed arrogante – bisogna dirlo, mette a dura prova la pazienza dei coprotagonisti e anche dei lettori per la sua ostenta sicurezza su tutto e per quel suo modo tronfio di spiegare lo svolgimento dei fatti!

“Mais oui … c’est Hercule Poirot naturalment!”

“Sono belga, belga, belga”

“Mon ami, non serve arrovellarsi troppo su particolari di poco conto, basta un sano e semplice lavoro di celluline grigie”

“Mi chiamo Hercule Poirot e sono probabilmente il miglior investigatore al mondo”

“Fortunato? Io lavoro solo con la materia grigia. La fortuna la lascio agli altri”

‐ Adesso la domanda è questa ‐ disse. ‐ Può sbagliarsi Hercule Poirot?
‐ Nessuno può avere sempre ragione ‐ rispose la signora Lorrimer in tono gelido.
‐ Io, invece, sì ‐ disse Poirot ‐ ho sempre ragione. Succede tanto invariabilmente che me ne stupisco io stesso.

Come faccio a non avere una profonda ammirazione per lui?

Agatha Christie disse di lui “Doveva essere un ispettore per avere una buona conoscenza del crimine … doveva essere molto ordinato e meticoloso. Un omino preciso con la mania dell’ordine, della simmetria e una netta propensione per le forme quadrate piuttosto che per quelle rotonde. E poi molto intelligente, con il cervello pieno di cellule grigie…

Ammetto che quando vidi l’episodio “Sipario” della serie “Poirot” che chiudeva definitavemente le sue avventure e indagini, un paio di lacrime mi sono scese. Mi sentivo come svuotato, come se avessi perso un amico fidato, un compagno di viaggio.

A settembre del 2014 con mia somma gioia, Hercule Poirot è tornato in attività con una nuova avventura. La casa editrice Harper Collins e il nipote della scrittrice, Mathew Prichard, hanno deciso di affidare la stesura di un nuovo libro alla scrittrice di thriller polizieschi Sophie Hannah. Su ammissione della stessa autrice, si tratta di una missione quasi impossibile “Accettare un compito del genere è quasi da matti. Agatha Christie è la più grande scrittrice di gialli della storia e per me è un onore essere la persona scelta per questo progetto”.

Il libro l’ho comprato, “Tre stanze per un delitto: Il ritorno di Poirot” ma onestamente non l’ho ancora letto, e se poi non mi piace?? Per il momento ho la mia collezione di film e dvd per garantirmi gustosi pomeriggi in giallo!

A settembre 2014 il grande ed inatteso ritorno del detective Hercule Poirot

Libri in ordine di pubblicazione

Poirot a Styles Court – (1920) La parola alla difesa – (1940)
Aiuto, Poirot – (1923) Poirot non sbaglia – (1940)
Hercule Poirot indaga – (1924) Corpi al sole – (1941)
L’assassinio di Roger Ackroyd – (1926) Il ritratto di Elsa Greer – (1943)
Poirot e i quattro – (1927) Poirot e la salma – (1946)
Il mistero del treno azzurro – (1928) Le fatiche di Hercule – (1947)
Il pericolo senza nome – (1932) Alla deriva – (1948)
Se morisse mio marito – (1933) Il mondo di Hercule Poirot – (1951)
Assassinio sull’Orient Express – (1934) Fermate il boia – (1952)
Tragedia in tre atti – (1934) Dopo le esequie – (1953)
Delitto in cielo – (1935) Poirot si annoia – (1955)
La serie infernale – (1936) La sagra del delitto – (1956)
Non c’é più scampo (1936) Macabro quiz – (1959)
Carte in tavola – (1936) Sfida a Poirot – (1963)
Poirot sul Nilo – (1937) Sono un’assassina? – (1966)
Due mesi dopo – (1937) Poirot e la strage degli innocenti – (1969)
Quattro casi per Hercule Poirot – (1937) Gli elefanti hanno buona memoria – (1972)
La domatrice – (1938) I primi casi di Poirot – (1974)
Il Natale di Poirot – (1938) Sipario: l’ultima avventura di Poirot – (1975)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *