01 ► Delitti in Salotto - Morte di una Food Blogger
Leave a comment

“Delitti in Salotto” Come si scopre l’assassino?

Dopo una pausa di due settimane passate sotto l’ombrellone al mare ad ascoltare i pettegolezzi delle vecchie signore attempate mie vicine, riprendono finalmente le mie ricerche per scrivere non dico un bestseller ma almeno una novella che il giornale del quartiere pubblicherebbe volentieri nell’edizione domenicale nella colonna acconato ai necrologi – che saranno più letti della novella stessa! Come mio solito, anche perchè da autodidatta non saperei come fare diversamente, ho ripreso a girare sul web per le mie indagini e spesso vado a curiosare sui blog di ha qualcosa di interessante da raccontare nella speranza di trovare succulenti novità. E ce ne sono!

Da tempo tengo d’occhio il sito Mystery – il gioco del delitto, una giovane realtà  on line creata dal genio assoluto di giovani e brillanti ragazzi e ragazze torinesi, che mettono la loro passione, arte e professionalità al servizio del fantastico mondo del “giallo” alla Agatha Christie proponendo giochi scaricabili ad alto contenuto di suspance! Basta andare sulla loro pagina web per capire e farsi coinvolgere! Io non vi svelo altro!

Nel loro blog, invece, mi sono imbattuto nel post che ha accesso la mia curiosità. Il e non un, il posto dedicato a come scoprire l’assassino di un delitto, a quali strategie usare o dove porre la propria attenzone durante le indagini. Mi sono detto che era bene saperne di più per poter meglio mistificare la mia storia ed evitare così che il mio di assassino venga scoperto leggendo il solo titolo della mia novella

Ecco i 5 suggerimenti che gli autori di Mystery – il gioco del delitto ci suggeriscono di tenere sempre a mente quando si legge un giallo o si vuol scrivere qualcosa come fa il sottoscritto!

  1. Il movente dell’assassino è (quasi) sempre nascosto. Durante le indagini, certamente salteranno fuori dal cappello indizi, dichiarazioni e prove schiaccianti che svelano i moventi di tutti i sospettati. Per trovare il movente dell’assassino dovete lavorare un po’ di più invece. Alcuni di quegli indizi e di quelle dichiarazioni servono anche spostare l’attenzione su un qualche aspetto che riguarda proprio il movente che state cercando…
  2. Fate attenzione alle dichiarazioni delle persone. Scripta manent, verba volant. Appunto. Gli indizi cartacei sono facilmente consultabili in ogni momento ma non possiamo dire lo stesso di quello che dicono i vari sospettati. Ogni dichiarazione va ascoltata e analizzata per bene, perché a volte racchiudono informazioni essenziali.
  3. Usate un metodo. Spesso gli indizi possono essere molti e una buona idea potrebbe essere quella di “affidare” un indizio ad ogni sospettato. In questo modo, una volta cancellati alcuni personaggi dalla rosa dei possibili colpevoli, potrete eliminare anche i relativi indizi. Attenzione però, gli indizi vanno esaminati con cura perché a volte possono avere una “doppia valenza”.
  4. Prendete appunti. Sì, lo sappiamo, può sembrare eccessivo. Ma vi assicuriamo che qualcuno di nostra conoscenza lo fa con grande puntigliosità e il più delle volte arriva alla soluzione.
  5. Non tralasciate gli alibi. Vanno tutti quanti passati in rassegna (lo fa anche Poirot, no?) ed è importante soffermarsi sugli avvenimenti più particolari. Isolate gli avvenimenti più strani e anormali, dopodiché scavate a fondo. In mezzo a quelle pieghe c’è sempre un po’ di marcio.

Fonte

Mystery - Come si scopre l'assassino

Photo

'The Truth And Other Lies', for the New York Times

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *