06 ► 52 Weeks
Leave a comment

#52weeks per resettare e cambiare

Cambiar vita a 40 anni dicono che si possa fare, a dire il vero a qualunque età; io ho iniziato a 24 anni lasciando la tranquilla cittadina pisana per andare a vivere la mondanità frenetica di quella milanese. Quello che però non dicono è che man mano che l’età avanza resettare tutto e ricominciare diventa sempre di più un lavoro a tempo pieno con meno divertimento.

Con il trasferirmi in Spagna a Barcellona, ho messo il carico da 40 sui miei nervi già debolucci e provati da anni di lavoro e varie faccende!

Ha un qualcosa di eccitante che ti fa sentire vivo, il trovarsi di colpo frastornato dalle luci e dai suoni di una città cosmopolita come Barcellona. Ma man mano che le luci della notte lasciano spazio a quelle più chiare e meno sfumate del sole le cose cambiano e anche radicalmente. Cambiano le abitudini. Gli amici. Il lavoro e il modo di lavorare. La lingua. Le usanze. La burocrazia. Un vero stress!!

Uno stress che mi ha portato a “getto via tutto e torno a casa da voi mamma!!!

Posso tranquillamente immaginare la sua faccia quando gliel’ho detto, tra il disperato e il “che palle ma quando mollano questi”! (ndr “questi” è riferito a me, a mia sorella e ai suoi due pargoli figli del demonio)

E’ solo dopo lunghe sessioni di meditazione e shopping compulsivo davanti alla tv – sì lo sbuccia uova mi serve –  che mi resi conto che avevo la possibilità concreta di mettere in atto quei bei discorsi mentali che mi facevo sul voler cambiare stile di vita che però restavano bloccati dalle sane e malsane abitudini che ognuno si costruisce vivendo. Stai a vedere che il leggere lo scorso inverno i libri di Marie Kondo a qualcosa è servito.

La parola chiave è stata Resettare e per poterlo fare uno si deve liberare del vecchio per far spazio al nuovo

  • 47 sacchi neri dell’immondizia formato condominiale sono stati utili per pulire l’armadio ed eliminare il superfluo in casa
  • La rubrica dei contatti è stata alleggerita
  • Ho creato nuovi profili social per stabilire nuove sinergie
  • Ho creato un progetto per il mio tempo libero, dove poter fare quello che mi piace – scrivere e fotografare
  • Ho pianificato un nuovo regime fitness e alimentare con un obiettivo – ho bisogno di un obiettivo da raggiungere o non vado da nessuna parte – anche perchè avendo deciso di far torte è bene che non lieviti oltre!
  • Parte del blog sarà il mio diario per lasciar traccia di questa esperienza

Sembra facile ma non lo è. Non esistono libri o manuali che possano dire come fare, anche se ci provano. Ognuno ha il suo metodo. Per me funziona molto scrivere e fare liste.

Perché scrivendo riesco a mettere nero su bianco le mie vittorie e le mie sconfitte. Perché scrivendo alleggerisco la mia mente da idee e pensieri che ho. Perché scrivendo riesco a mettere in ordine la mia vita! Perché scrivere mi piace e mi fa stare bene.

#52weeks sarà il mio personale banco di prova per vedere se a 40 anni sono ancora in grado di decidere io della mia vita oppure dirmi tanti blah blah e farmi travolgere così dagli eventi!

Primo step per le #52weeks è il decidere la data di inizio e lunedì sarebbe la scelta perfetta, non si dice per caso “da lunedì inzio – da lunedì vado …” Bene io ho deciso di rompre gli schemi e di iniziare da domenica.

Domenica 3 settembre 2017 sarà quindi la data in cui parto con questa nuova avventura!

Riassumendo tutta sta manfrina perchè di blah blah blah ne ho abbastanza, posso dire che ho

1 blog | 1 cucina | 1 reflex | 52 settimane

per dedicare un anno intero al sottoscritto, ma una sola settimane per fare l’elenco delle cose che mi servono!

Mettiamoci all’opera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *